+39 0522 17570
SMART WORKING lavoro

Smart working: che cos’è e come realizzarlo

Negli ultimi anni, sia in Italia che in altri paesi stranieri, si è molto diffuso il fenomeno dello Smart Working, ma in che cosa consiste? Secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano viene definito come “una nuova filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati”. Per praticare questo nuovo modello organizzativo è importante conoscerlo e sapere quali sono gli strumenti migliori: ecco come realizzarlo con successo.

Smart Working: come praticarlo

Lo Smart Working è quindi un ripensamento intelligente delle modalità in cui si svolgono le attività lavorative e, secondo i risultati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, già il 58% delle aziende medio grandi ha introdotto iniziative concrete. Anche nella Pubblica Amministrazione ha iniziato a prendere piede un modello di lavoro “smart”, tanto che oltre 4mila dipendenti pubblici operano in remoto. Per praticarlo con successo è importante partire da un’attenta analisi degli obiettivi e sviluppare poi un corretto bilanciamento tra qualità della vita e produttività individuale.

SMART WORKING dettaglio

Se alcuni lavoratori scelgono lo Smart Working da casa, altri invece optano per sedi condivise come i coworking: il concetto di ufficio diventa molto più aperto perché il vero spazio lavorativo è quello che favorisce la creatività delle persone, generando nuove idee e quindi nuovo business. Un altro ruolo fondamentale è quello delle tecnologie digitali che, in funzione della loro qualità e diffusione, contribuiscono ad ampliare lo spazio di lavoro e supportare nuovi modi di lavorare, rendendo più semplice la comunicazione e la creazione di network di relazioni professionali tra professionisti.

Secondo le più recenti rilevazioni dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano infatti l’adozione di un modello “maturo” di Smart Working può produrre un incremento di produttività pari a circa il 15% per lavoratore. Per farlo davvero è fondamentale che ogni professionista si avvalga degli strumenti necessari:

  • uno spazio di lavoro flessibile che sia lo studio di casa, un ufficio ad uso singolo o una postazione in un coworking;
  • un servizio di condivisione file per uso aziendale accessibile in qualsiasi momento e in ogni luogo da pc/mac o dispositivi mobili;
  • un servizio di email che permetta di organizzare i tuoi appuntamenti, condividere impegni, documenti e rubrica, sincronizzandosi con i tuoi dispositivi mobili;
  • virtual app che fornisce un servizio di virtualizzazione desktop e/o applicativi in cloud;
  • infine un servizio di cloud (pubblico o privato) per l’archiviazione sicura dei dati.

Lo Smart Working è un nuovo modello di lavoro più flessibile, che ha portato grandi risultati a livello di produttività, con una sensibile diminuzione dell’assenteismo: quello che serve affinchè continui a rivelarsi una scelta efficace è utilizzare la strumentazione necessaria per lavorare in tutta sicurezza e ottenere le migliori performance.

Se sei interessato a sapere di più sulle nostre proposte per la tua attività di Smart Working, contatta i nostri esperti: ti sapranno indicare la soluzione migliore e più efficiente.