+39 0522 17570
come-difendere-la-privacy-su-internet-dettaglio

Come difendere la privacy su internet: 5 consigli

Viviamo in un’epoca in cui, grazie allo sviluppo e alla diffusione di Internet, siamo tutti continuamente collegati ad una fitta rete che permette di condividere informazioni, file, immagini e contenuti privati. Questi dati però devono essere custoditi con attenzione, che tu sia un professionista o un’azienda, perché contribuiscono a costruire la reputazione on line e perché fanno parte del patrimonio aziendale. È per questo che bisogna imparare come difendere la privacy su internet, proteggendo efficacemente i dati sensibili.

Come difendere la privacy su internet in modo efficace

Quando si naviga in rete bisogna sempre sapere come difendere la privacy su internet, tenendo presente che quando si pubblica qualcosa, questa diviene automaticamente di dominio pubblico facendone perdere di conseguenza il diretto controllo. Ciò che viene pubblicato può essere usato da altre persone o aziende che, per i loro scopi, potrebbero procurare dei seri danni a discapito dei vari utenti. È quindi importante prestare attenzione e selezionare accuratamente le informazioni da inserire in rete, leggendo attentamente le informative sulla privacy e utilizzando gli strumenti di protezione per la navigazione sui siti web, ma soprattutto non autorizzando qualsiasi soggetto a raccogliere dati personali.

Per questo è bene tenere a mente quali sono gli errori più comuni in cui si rischia di incappare e alcuni semplici consigli su come difendere la privacy su internet adeguatamente.

Fornire a chiunque i propri dati personali

I risultati web possono arrivare da diverse fonti, per questo bisogna selezionare attentamente i siti che si decide di utilizzare e su cui si decide di condividere le proprie informazioni. Ogni volta che si effettua un’operazione in rete, che siano registrazioni su un sito, installazione di programmi o acquisti on line, è importante individuare i siti più attendibili e che garantiscano adeguatamente la protezione dell’utente, mettendo a disposizione una chiara informativa per la privacy.

come difendere la privacy su internet

Condividere qualsiasi informazione personale sul web

Particolare attenzione deve essere prestata soprattutto ai propri dati sensibili. Sono sempre più ricorrenti i casi di phishing, cioè di furto di identità online con la sottrazione ad esempio di username, password, numeri telefonici e coordinate bancarie. Questi vere e proprie truffe si celano comunemente dietro mail che richiedono la conferma di credenziali d’accesso o dietro offerte molto allettanti che compaiono all’improvviso durante la navigazione, frequentemente riconoscibili da errori ortografici e da informazioni troppo generiche. La prima cosa da fare in tali situazioni, dunque, è sempre diffidare!

Anche sui social network e sui siti più affidabili però, è importante non fornire proprio tutte le informazioni, controllando con gli appositi strumenti a disposizione sui social network quali rendere pubbliche e quali no.

Non controllare adeguatamente la propria reputazione on line

Tutte le informazioni su profili social e blog personali e le opinioni riportate in recensioni e commenti compaiono sul web fra i risultati correlati al proprio nome. Questo comporta la creazione della reputazione virtuale che, come quella reale, è importante difendere. Questo vale sia nel caso di un libero professionista, sia nel caso di un’azienda.  Per controllare la propria reputazione virtuale si deve innanzitutto digitare il proprio nome (o il nome dell’azienda) sui vari motori di ricerca per verificare che tipo di risultati compaiono.

Non utilizzare spazi di archiviazione adeguati

In ambito professionale è molto importante avere uno spazio di archiviazione sicuro dei dati e dei file. La tecnologia Cloud ha rivoluzionato il mondo del lavoro, ma non basta: è importante affidarsi a servizi che siano stabili, sicuri e soprattutto flessibili. Ecco perché in WiMORE abbiamo pensato a dei servizi Cloud dedicati, sia per aziende che per professionisti. Cloud pubblici o privati, spazi di archiviazione di backup e piani di collaborazione che permettono lo smart working in tutta sicurezza. Per un professionista, essere aggiornato senza trascurare la sicurezza è fondamentale!